mercoledì 7 dicembre 2016

Il tocco dei genovesi

Il tocco alla genovese

Ci sono dei momenti in cui invece di stare un passo avanti alla vita siamo noi a rincorrere lei. A volte a rallentare è anche chi è abituato a camminare a grandi falcate per non perdere nemmeno un'emozione e chi ama correre veloce per prendere il volo e guardare il mondo da un'altra prospettiva. Normalmente faccio parte di questa categoria di persone, sono solita lamentarmi delle giornate sempre troppo corte, il multitasking è la mia attività preferita e ottimizzazione il mio secondo nome. Ogni tanto però mi ritrovo a fare i conti con una me diversa dal solito, col meccanismo che si inceppa e con l'incredulità di chi pensa di essersi svegliato nel corpo di un'altra persona. Da un po' di anni a questa parte il mio periodo di debolezza coincide con l'attesa delle feste natalizie e l'unica soluzione sembra lasciarsi trascinare dagli eventi, aspettando di ritrovare la mia normalità.

venerdì 2 dicembre 2016

Stufato di lenticchie con zucca e cavolo nero

Lentil, squash and kale hotpot

C'è qualcosa di magico nella cottura al forno che me l'ha sempre fatta preferire a tutte le altre. E' una combinazione di fattori, una naturale propensione nei suoi confronti che mi rende felice ad ogni accensione. Mi piace il fatto che riscaldi la casa, che diffonda i profumi meglio di un profumatore per ambienti e mi piace il suo prendersi cura di ciò che si decide di affidargli. Solitamente il forno è protagonista dei piatti di festa, dall'arrosto della domenica alle lasagne, perchè è in quei momenti che si dispone del tempo necessario affinchè la magia si compia. Il forno richiede tempo e non troppa cura da parte nostra, ma è in grado di restituire piatti che parlano da soli.

lunedì 28 novembre 2016

Zuppa di ceci, porri e cavolo nero

Chickpea, kale and leek soup

Tra i tanti piatti che si possono preparare, dal salato al dolce, le zuppe sono ciò che in assoluto cucino con più semplicità e spontaneità. Tra le zuppe e me c'è un legame nascosto e ben saldo, fatto di attimi rubati alla quotidianità, delicatezza nei movimenti, gesti lenti e mai sgarbati. Mi piace costruire le zuppe in base a quello che c'è in casa e decidere il mood che deve avere il piatto secondo l'umore del momento. La stessa zuppa può diventare una elegante vellutata, dal colore delicato e dalla consistenza setosa, oppure un piatto decisamente più rustico, in cui sono ben riconoscibili gli ingredienti e caratterizzato dalla bellezza della disomogeneità.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...