venerdì 31 marzo 2017

Cestini di pasta fillo con agretti e uova

Fillo pies with eggs and monk's beard

Prima o poi arriva sempre il momento in cui la tua strada incrocia quella di un ingrediente che prima di allora avevi visto solo da lontano. Avete percorso due sentieri paralleli, vi siete guardati a distanza provando a conoscervi a vicenda, fantasticando sulle caratteristiche di quel viandante ignoto. Un giorno lo trovi per caso, come solo le-cose-belle sanno fare, e ti lasci conquistare mandando all'aria i piani più o meno prestabiliti riguardo al menu che avresti preparato. Ti trova impreparata ma lui è buono e ti prende per mano, raccontandoti come utilizzarlo e perdonandoti se commetti qualche errore.

martedì 28 marzo 2017

Tagliatelle di riso con manzo, enoki e bok choy

Rice stick noodle with beef, enoki and bok choy

Se di giorno sono spenta ma con tutte le mie forze porto avanti la cucina lavorativa, cercando nel mentre di preparare un pranzo degno di questo nome e possibilmente non all'ora della merenda, durante il sonno la mia testolina gira più di un frullatore. La scorsa notte è stata particolarmente proficua e sullo schermo dei miei sogni si sono alternati porri travestiti da cardi, protagonisti di un battibecco tra me e il fruttivendolo, wasabi fresco e un pollo cotto al forno che necessitava di cinque teste d'aglio. In particolare, il pensiero di quel pollo mi sembrava assolutamente reale, tanto da avere in testa la ricetta che avrei voluto seguire e nelle narici il delizioso profumo dell'aglio cotto.

mercoledì 15 marzo 2017

Porri con salsa alla tahina e limone

Leeks with tahini and lemon dressing

Ho passato buona parte della mia esistenza ad ignorare i porri. Anzi, a dirla tutta fino a qualche anno fa mal tolleravo cipolle e company e detestavo l'aglio, ma col passare del tempo il vampiro che era in me è diventato il braccio destro di Buffy. Oggi, merito delle influenze - familiari e non - e del senso del gusto che con gli anni si fa adulto, non potrei pensare di escluderli dalla mia cucina e il gesto di pelare e affettare una cipolla mi rende un po' più felice.

venerdì 3 marzo 2017

Cavatelli di grano arso con pesto di cime di rapa e pomodori secchi

Cavatelli di grano arso con pesto di cime di rapa e pomodori secchi

Qualcuno mi dice sempre che a me, il pesto, scorre direttamente nelle vene. E come non essere d'accordo, visto che il pesto come la sottoscritta, la focaccia e il mugugno è nato nella mia città. E' il mio condimento per la pasta preferito, quello che batte il sugo rosso ancor prima di iniziare la gara. Lui è IL pesto, senza l'aggettivo genovese o, ancora peggio, la dicitura alla genovese.

martedì 28 febbraio 2017

Broccoli arrosto con salsa satay

Broccoli arrosto con salsa satay

Un giorno, mentre ero intenta a fare altro, nella mia testolina si è materializzato un pensiero che ha avuto l'ardire di ossessionarmi per un bel po' di tempo. In quel periodo girava per la casa un barattolo di burro d'arachidi, comprato per una ricetta di lavoro e iniziato ad amare a merenda, spalmato a piccole dosi su una banana. Mi sarebbe piaciuto utilizzarlo anche in cucina, non solo per preparare dei dolci ad alto tasso di golosità, e per questo motivo ho inserito la stringa "trovare un altro uso per il burro d'arachidi" nei pensieri in background del mio cervello.

giovedì 23 febbraio 2017

Vellutata di cavolfiore e taleggio

Cauliflower and Taleggio soup

Così anche quest'anno è iniziato il periodo in cui mi sento fuori stagione. Ormai è arrivata, la primavera... La sento nell'aria, nella temperatura più mite che mi ha invitata a cambiare giacca e che invoglia a trascorrere qualche ora in più all'aria aperta, sotto al sole ancora delicato. Il mio essere fuori stagione si vede nel fatto che mi sento ancora in inverno, a cavallo tra dicembre e gennaio, con la necessità di essere abbracciata dalla giacca più pesante del mio guardaroba e avvolta in una sciarpa morbida e ampia. Abiti che sembrano tane confortevoli, una maglia morbida e blu e un pantalone scuro. Perchè a volte il troppo colore acceca.

mercoledì 8 febbraio 2017

Lemon meringue pie

Lemon meringue pie

Febbraio mi è sempre stato simpatico. Arriva dopo gennaio, un mese difficile sotto molti aspetti, ha un'aria un po' sbarazzina e soprattutto è numericamente perfetto. Quattro settimane esatte e 28 giorni: una divisione senza resto, salvo eccezioni programmate che oltre ad aggiungere un giorno in più portano sventure e malumori. Febbraio è il mese in cui, per caso, è nato il mio blog.

venerdì 3 febbraio 2017

Insalata di patate e cavolfiore viola con dressing allo yogurt

Cauliflower and potato salad with yoghurt dressing

Se vi stavate chiedendo quale altra ricetta ho preparato con il cavolfiore viola di cui vi ho raccontato poco tempo fa, eccovi accontentati. In caso contrario abbiate pazienza con le mie manie da foodblogger e, se vi va, date un'occhiata a quell'ortaggio. Ora ditemi: non è bellissimo?

venerdì 27 gennaio 2017

Fagottini di porri e manzo

Chinese beef and leek pockets

Ogni tanto, quando meno me lo aspetto, arriva la voglia di infagottare. Si presenta dalla sera alla mattina, senza bussare, sotto forma di un languore o di immagini di involtini, triangolini o morbidi cuscini farciti di ogni ben di Dio. Da questo mio desiderio nascono preparazioni disparate, dal salato al dolce, realizzate con cura e attenzione, perchè il ripieno deve essere abbondante ma non troppo e soprattutto deve rimanere nascosto nel suo involucro.

venerdì 20 gennaio 2017

Tabbouleh di cavolfiore viola e quinoa

Purple cauliflower and quinoa tabbouleh

Un giorno, durante un regolare giro di spesa, la mia attenzione è stata catturata da un cavolfiore. Starete pensando che io sia matta, e forse un po' lo sono, ma a mia discolpa posso dire che quello non era un cavolfiore qualunque (nonostante io sia suscettibile anche a quelli tradizionali). Si trattava di un cavolfiore viola: un normalissimo cavolfiore, ma di una tinta che non avrebbe sfigurato sulla parete di una stanza in una rivista di arredamento. Non pensavo di poterlo trovare all'improvviso e in effetti non credevo che lo avrei visto anche da questo lato dell'oceano.

mercoledì 11 gennaio 2017

Vegetarian soba miso soup

Vegetarian soba miso soup

Di recente ho scoperto l'esistenza di una serie di negozietti etnici nella mia città, facili da raggiungere e relativamente ben forniti. Questa scoperta è stata per me sensazionale visto che fino a poco tempo fa, quando avevo bisogno di un ingrediente fuori dal comune, mi rivolgevo a Lui che, molto pazientemente, non solo mi procurava quanto richiesto, ma faceva in modo di acquistare il prodotto con la confezione più carina (prima o poi vedrete la bottiglia dell'aceto di riso <3). Questo mi ha permesso di raccogliere qualche staple in più per arricchire la mia dispensa orientale e mi ha anche regalato il brivido di passeggiare tra gli scaffali pieni di prodotti insoliti e, nella maggior parte dei casi, sconosciuti.

mercoledì 4 gennaio 2017

Insalata di barbabietole, carote e salmone affumicato

Beet, carrot and smoked salmon salad

E' passato quasi un mese dall'ultimo post e mai avrei pensato di mettere il blog in sospeso per tutti questi giorni. Da oggi all'ultimo post, che per ironia della sorte risale all'anno scorso (!), ho avuto l'impressione che le parole non volessero uscire dalla mente. A trattenerle una ricerca di intimità con me stessa e un po' di sconforto dovuto a un piccolo incidente domestico.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...