mercoledì 15 marzo 2017

Porri con salsa alla tahina e limone

Leeks with tahini and lemon dressing

Ho passato buona parte della mia esistenza ad ignorare i porri. Anzi, a dirla tutta fino a qualche anno fa mal tolleravo cipolle e company e detestavo l'aglio, ma col passare del tempo il vampiro che era in me è diventato il braccio destro di Buffy. Oggi, merito delle influenze - familiari e non - e del senso del gusto che con gli anni si fa adulto, non potrei pensare di escluderli dalla mia cucina e il gesto di pelare e affettare una cipolla mi rende un po' più felice.

La mia amicizia con i porri è nata solo negli ultimi anni: all'inizio erano catalogati nella lista degli ingredienti di base, da utilizzare nei soffritti oppure nel brodo vegetale. Per una questione di praticità preferivo le cipolle o gli scalogni, molto più piccoli e gestibili e soprattutto utilizzabili in una volta sola. Mi sono avvicinata ai porri per simpatia e tra un esperimento e l'altro ho scoperto che non solo sono fantastici nelle zuppe, ma che come le sorelline cipolle possono diventare protagonisti di piatti e contorni. Niente male, per essere "solo" un porro!

Leeks with tahini and lemon dressing

La ricetta
Come nel caso dei broccoli con salsa satay, anche in questo piatto il punto di forza è la salsa, qui a base di tahina e limone. La parola d'ordine è semplicità: i porri sono prima sbollentati e poi grigliati per garantirne allo stesso tempo cottura e sapore, mentre la salsa non è altro che tahina, ossia la pasta di sesamo, stemperata con succo di limone. Un contorno molto semplice ma gustoso, da riproporre anche in versione primaverile con i cipollotti ;-)

Porri con salsa alla tahina e limone
Ingredienti
per 2-3 persone
  • 3 porri non troppo grandi
  • 4 cucchiaini abbondanti di tahina
  • succo di limone (2-3 cucchiai)
  • sesamo nero
  • sale
Procedimento:
Pulire i porri tagliando l'estremità e togliendo lo strato più esterno e sbollentarli per un paio di minuti in abbondante acqua salata. Scolarli e lasciarli intiepidire. Nel frattempo preparare la salsa mescolando la tahina con il succo di limone e poca acqua per rendere il composto più fluido. Tagliare i porri a metà per il lungo ed ultimare la cottura su una bistecchiera ben calda, facendoli cuocere da entrambi i lati. Servire i porri ancora caldi con la salsina e una spolverata si semi di sesamo.

Ti è piaciuta questa ricetta?
Fammelo sapere nei commenti! E se decidi di prepararla, per farmi vedere come è venuta usa l’hashtag #zuccheroezenzero!

3 commenti:

  1. Ciao Virginia, io invece adoro i porri & c. mi piace questa ricetta semplice e insolita, te la copio! Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely! Io ho imparato ad amarli col tempo e ti dirò, quando diventano protagonisti di piatti e contorni mi piacciono ancor di più ;-)

      Elimina
  2. Sai cosa mi sembrano questi porri? Dei pennelli! Sì, viene voglia di prenderli in mano e dipingere... alla tempera bianca hai pensato tu, ehehe, ma se vuoi posso portare qualche altro colore! ;-) Volendo, sono anche delle penne... e i semi di sesamo sono i puntini che tanto amo e che ci accompagnano verso ricette e stagioni sempre nuove!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...